Il Mondo del Dr. Pianale

Il Mondo per chi ama Viaggiare, Guidare, Pensare

Posts Tagged ‘Pechino’

[CINA – Pechino] Incanti automobilistici d’Oriente

Posted by Dr. Pianale su 4 luglio 2009

(I miei Viaggi Automobilistici)

PECHINO (Cina)

2009

Ed eccoci in Cina, per due giorni al porto di Tianjin che sarà la nostra base per visitare Pechino e la Grande muraglia

La Dogana e la VW Santana della polizia, tuttora prodotta e derivata direttamente dalla Passat degli anni ‘80 venduta anche da noi

Qualcuno si è dimenticato di dire ai cinesi che vivono nelle baracche intorno al porto che sono una potenza economica mondiale e non un paese povero

La città è fatta di larghi vialoni e centri commerciali e i taxi sono bicolori

La VW Sagitar, la versione locale della Jetta

I mezzi pubblici sono rimasti un pò all’antica

La sicurezza dei lavorati trasportati non è un obiettivo…

Il casello dell’autostrada (a pagamento) per Pechino
 
 
Posto di blocco, subito dopo il casello, con poliziotto “ombreggiato”
 
 

In un area di servizio sono esposti i rottami delle auto coinvolte in incidenti nella tratta…con il cartello con il numero dei morti

Fa riflettere…

 
La Citroen C4 a due volumi come quella Europea, ma dietro di lei, bianca, si vede la “mitica” ZX a tre volumi: Citroën Elysée
 
Lungo l’autostrada una pubblicità Audi (A6 e A8)
 
 
 
Un tratto degli 8 anelli tangenziali di Pechino
 
 
Un clone cinese della Matiz
 
 
la VW Gol, identica a quella venduta in Sudamerica
 
 
La periferia di Pechino vista dalla tangenziale
 
 
Concessionarie Honda
 
 
Concessionaria Toyota
 
 
Concessionaria Roewe, erede cinese del marchio Rover
 
 
 
Concessionaria Subaru
 
 
 
I “mezzi di trasporto” per visitare la Grande Muraglia Cinese
 
 
Di notte capisco perché durante il giorno avevo trovato relativamente poco traffico in strada, probabilmente c’è una norma stradale che obbliga i veicoli pesanti a circolare solo nelle ore notturne e le tangenziali e le autostrade diventano una interminabile coda di camion di tutti i tipi e non sempre guidati con prudenza. Non ci sono più auto private, solo traffico commerciale.
 
 

Il giorno successivo riprendiamo il pullman

E riattraversiamo Tianjin per andare a Pechino

Ci sono lavori e cantieri per nuove strade e ponti dappertutto

Toyota Vios, la versione a 3 volumi della nostra Yaris
 
 
Toh, un cinese col Cayenne….i SUV sono relativamente poco diffusi perché si preferiscono le berline di alta gamma
 
 
La BMW Serie 5 L, la loro versione a passo lungo
 

L’Audi A6 L, anche l’Audi vende sul mercato cinese la versione a passo lungo

Dieto della Jetta la nuova Ford Fiesta venduta in cine nell’allestimento Sport che noi in Italia non abbiamo (2009)

Il Beijin Motor Tower e il traffico per le vie della capitale, di iconografiche biciclette non ce ne sono più, solo vialoni e sovrappassi

Poco traffico lungo i vialoni "da parata" che delimitano l’immensa Piazza Tienanmen

Il servizio di sorveglianza nella piazza è svolto da una Hyundai Sonata (esterofili!!!)

Che fatica fotografare UNA bicicletta davanti all’ingresso della Città Proibita, il traffico è solo motorizzato

Tutto è monumentale e  il traffico è scarsissimo, forse perché è domenica?

Il Q7 cinese

Ci sono zone della città, che non non visitiamo, decisamente meno monumentali

Di nuovo la Citroën Elysée , nel caratteristico bicolore dei taxi di Pechino e privata

La sera riattraversiamo la città per andare verso l’aeroporto, l’impressione è modernissima, ma estraniante

Un aereo da caccia a mo’ di monumento…

La Mercedes S65 AMG ha sempre il suo perché…

Ed ecco l’Aeroporto Internazionale di Pechino, che al momento è il più grande del mondo

Foto turistiche:

Annunci

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Viaggi & Auto | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Crociera 2009 – “Incanti del Sol Levante” con Costa Classica – Tianjin (30 di 32)

Posted by Dr. Pianale su 19 giugno 2009

(itinerario)

TIANJIN (Cina) – Sabato 4 luglio

La nostra meravigliosa crociera si conclude a Tianjin in Cina.

Purtroppo l”impatto” con la Cina non è uno di quelli che lasciano i migliori ricordi. La nostra nave, pur essendo lo sbarco programmato da mesi (si può dire anni) viene lasciata in rada per i consueti controlli minuziosissimi sia sanitari che sui documenti dei passeggeri. Controlli che, visto la loro durata, e il fatto che tutte le volte che Costa è attraccata a Tianjin è successa la stessa cosa, forse andrebbero svolti prima o con un migliore accordo fra il governo Cinese e Costa Crociere

Avremmo dovuto attraccare alle 8 del mattino e passare la giornata intera in escursione, ma veniamo “abbandonati” in giro per la nave con una successione di comunicati che vanno dal terroristico “le autorità cinesi non daranno il permesso di attracco fino a che tutti i visti di tutti i passeggeri risulteranno in ordine” (traduzione: occhio che se anche un solo passeggero non ha il visto per la Cina in ordine non scende nessuno perché i Cinesi penseranno che tutti la nave e composta da passeggeri che vogliono immigrare illegalmente) a qualcosa di meno categorico ma più indefinito: “si scende alle 12”….”si scende alle 13”…..”si scende alla 14”

Insomma…alla 14,30 faticosamente si scende per andare a fare la seguente escursione, che sarà stravolta perché si rimarrà fuori per cena e non per pranzo e visto la mancanza di tempo salterà del tutto la Via Sacra



LA GRANDE MURAGLIA CINESE

Questo indimenticabile tour vi darà la possibilità di scoprire una delle meraviglie del mondo, la Grande Muraglia.Lasciando il porto, si arriverà all’unica opera d’arte creata dall’uomo visibile dalla luna. La sua costruzione iniziò nel VII secolo a.C e fu prolungata durante diverse dinastie. Dal Mare Giallo, attraverso cinque province e due regioni autonome, la Muraglia marcia instancabilmente verso la conquista del vasto e isolato Deserto del Gobi. Il pranzo sarà servito in un ristorante locale vicino alla Muraglia Cinese. Di seguito si raggiungerà in pullman la Via Sacra, a circa 50 chilometri nord-ovest di Beijing. Qui si trovano 13 tombe imperiali della dinastia Ming, sparse su di un’area di 40 chilometri quadrati. Qui si potrà camminare a lato della Via Sacra, delimitata dalle pietre zoomorfiche che si crede proteggano le tombe e i tesori nascosti al di sotto.


Come ho scritto prima, tutta la mattina viene passata fuori dal porto…questo è tutto quello che ci è concesso di vedere della Cina

Arrivati alla stazione marittima i controlli non sono finiti, prima di poter uscire c’è un ulteriore controllo personale dei documenti (che erano già stati controllati a bordo)

L’impatto con la periferia portuale di Tianjin non è dei migliori, sembrano le favelas sudamericane

Nella zona centrale, moderna, ci sono molti centri commerciali e aree più ben tenute

Prendiamo l’autostrada per dirigerci verso la Grande Muraglia, passiamo per la periferia di Tianjin

Arriviamo alla periferia di Pechino che vedremo scorrere mentre percorriamo una delle sue tangenziali

L’autostrada comincia ad addentrarsi in una zona montuosa ed ecco le prime avvisaglie delle costruzioni della Grande Muraglia

Il pullman, mentre sta per iniziare a diluviare, ci scarica nel sito di Juyong Pass

La pioggia sarà sia un bene che un male.

Ovviamente non è agevole muoversi e visitare un luogo all’aperto mentre piove forte, ma in compenso la gente, visto anche l’ora tarda del pomeriggio, se n’era andata quasi tutta lasciandoci scorci quasi solitari in un luogo di solito affollato da migliaia di persone

Finita la visita alla Grande Muraglia veniamo portati in un immenso negozio alla periferia di Pechino dove ci viene servita la cena (che avrebbe dovuto essere il pranzo).

I classici due piccioni con una fava: si mangia e si fa compere nello stesso posto

Torniamo a Tianjin, ci sono circa 3 ore di viaggio, passate sull’autostrada trafficatissima di camion

E’ quasi mezzanotte….bisognava preparare le valigie per lo sbarco di domani entro le 23, ma è saltato tutto..

Il cartello a bordo segna ancora le 18,30 come orario di imbarco….

Posted in 2009 Incanti del Sol Levante, VIAGGI e LUOGHI | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Crociera 2009 – “Incanti del Sol Levante” con Costa Classica – Tianjin (31 di 32)

Posted by Dr. Pianale su 19 giugno 2009

(itinerario)

TIANJIN (Cina) – Domenica 5 luglio

Ultimo giorno di crociera, quello che dovrebbe essere il transfert dal porto di Tianjin all’aeroporto di Pechino per il rientro in Italia viene “trasformato” in una edizione ridotta di questa escursione.

Purtroppo fatta molto velocemente e con tantissima folla


LA CITTA’ PROIBITA DI BEIJING E LA PIAZZA TIANANMEN

Nella città proibita sono esposte la classica architettura cinese e la straordinaria profondità e ricchezza culturale. Dal molo si raggiungerà Xingang e successivamente, andando in direzione ovest, la città di Beijing ed i cancelli della città proibita. La città proibita è una mostra di palazzi imperiali costruiti tra il 1417 e il 1420. A causa dell’impossibilità di avvicinarcisi durante un periodo di 500 anni si tratta ora di un insieme di palazzi antichi più grande e meglio conservati della Cina. Il Palazzo è così grande (720.000 metri quadrati, 800 palazzi e 9.000 stanze) che esiste una squadra di restauro permanente che è al lavoro in continuazione per ridipingere e riparare. Il complesso imperiale fu aperto al pubblico solo nel 1949. Dopo il pranzo al ristorante si farà una sosta alla Piazza di Tian’anmen, il vero centro di Beijing. Localizzata nel cuore della capitale è introdotta dal Cancello della Pace del Paradiso che predomina l’entrata del Palazzo Imperiale. La piazza principale è formata da diversi importanti monumenti e palazzi, compreso il " Grande Atrio delle Persone", l’Atrio "della Memoria" di Mao Zedong, il Museo della Rivoluzione e il Museo di Storia Naturale. Dopo la visita si farà rientro al (aero)porto.


Scendiamo dalla nave per l’ultima volta, è finita…. 😦 mentre il nostro pullman se ne va così veniamo salutati dal personale della stazione marittima

Due ore di strada e arrivo a Pechino e il pullman ci lascia in Piazza Tiananmen

La Torre Zhengyangmen

 

Mausoleo di Mao Zedong con la LUNGHISSIMA fila di cinesi in attesa di vedere la mummia di Mao, quasi 1km di persone in fila ordinata

In fondo alla piazza, ci avviciniamo alla Città Proibita

E’ una meta turistica anche per i Cinesi.., di tutte le età e di tutte le etnie

Entriamo nella Città Proibita dalla Porta Tiananmen

Entriamo all’interno delle mura, c’è tantissima gente

Avanti a noi la Porta di Mezzogiorno che è l’ingresso della Città Imperiale

Arriviamo nell’area dove scorre il Ruscello Dorato, con i suoi ponti e in fondo c’è il palazzo della Porta della Armonia Suprema

Attraversiamo la Porta e si entra nell’area del Palazzo della Suprema Armonia

I caratteristici vasi che contenevano l’acqua anti incendi

Dentro il Palazzo della Suprema Armonia il trono imperiale

Passiamo oltre…

Il palazzo della Perfetta Armonia  (in primo piano) e il Palazzo dell’Armonia Protettrice

La Porta della Purezza Celeste

Il Palazzo della Purezza Celeste

Il Palazzo dell’Unione (davanti) e il Palazzo della Tranquillità Celeste (dietro)

Porta della Tranquillità Celeste

I giardini imperiali

Tempio della Tranquillità Imperiale

Usciamo dalla Città Proibita

I giardini del fossato esterno

Posted in 2009 Incanti del Sol Levante, VIAGGI e LUOGHI | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Crociera 2009 – “Incanti del Sol Levante” con Costa Classica – Tianjin (32 di 32)

Posted by Dr. Pianale su 19 giugno 2009

(itinerario)

TIANJIN (Cina) – Domenica 5 luglio

L’ultimo pomeriggio di crociera lo passiamo praticamente “segregati” dalle 15 alle 23 in Aeroporto a Pechino.

Il transfer, comprensivo della visita (di corsa) della Città Proibita, era indifferente all’orario di partenza dell’aereo e quindi abbiamo corso anche per chi era sul nostro pullman e partiva alle 16.

 


LA CITTA’ PROIBITA DI BEIJING E LA PIAZZA TIANANMEN

Nella città proibita sono esposte la classica architettura cinese e la straordinaria profondità e ricchezza culturale. Dal molo si raggiungerà Xingang e successivamente, andando in direzione ovest, la città di Beijing ed i cancelli della città proibita. La città proibita è una mostra di palazzi imperiali costruiti tra il 1417 e il 1420. A causa dell’impossibilità di avvicinarcisi durante un periodo di 500 anni si tratta ora di un insieme di palazzi antichi più grande e meglio conservati della Cina. Il Palazzo è così grande (720.000 metri quadrati, 800 palazzi e 9.000 stanze) che esiste una squadra di restauro permanente che è al lavoro in continuazione per ridipingere e riparare. Il complesso imperiale fu aperto al pubblico solo nel 1949. Dopo il pranzo al ristorante si farà una sosta alla Piazza di Tian’anmen, il vero centro di Beijing. Localizzata nel cuore della capitale è introdotta dal Cancello della Pace del Paradiso che predomina l’entrata del Palazzo Imperiale. La piazza principale è formata da diversi importanti monumenti e palazzi, compreso il " Grande Atrio delle Persone", l’Atrio "della Memoria" di Mao Zedong, il Museo della Rivoluzione e il Museo di Storia Naturale. Dopo la visita si farà rientro al (aero)porto.


Lasciamo la Città Proibita e per recarci a quello che ci viene definito come “Museo della Seta” attraversiamo i quartieri moderni dell’immensa Pechino

Arriviamo al “Museo della Seta” dove ci fanno vedere una dimostrazione completa del processo produttivo dal baco al filo da tessere

Ovviamente la dimostrazione si tiene in un immenso negozio… chissà perché  🙂

Riprendiamo il pullman per recarci al luogo del pranzo, servito da cameriere in costume tradizionale che cantano e ballano per noi

Riprendiamo il pullman per dirigersi (di corsa) verso l’aeroporto

Ed ecco l’Aeroporto Internazionale di Pechino, che al momento è il più grande del mondo

Il tempo peggiora, un forte temporale blocca i voli e dobbiamo attendere ancora di più il nostro volo che, via Dubai, ci riporterà alla Malpensa

FINE

Posted in 2009 Incanti del Sol Levante, VIAGGI e LUOGHI | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: