Il Mondo del Dr. Pianale

Il Mondo per chi ama Viaggiare, Guidare, Pensare

Posted in 2007/04/28 29 30 01, NÜRBURGRING, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

BMW Sauber F1 Team – Nürburgring Nordschleife

Posted by Dr. Pianale su 28 aprile 2007

(Il mio Nurburgring)

BMW Sauber F1 Team – Nürburgring Nordschleife

Sabato 28 04 2007

Articolo Personale su http://www.virtualcar.it/?p=2937

«Spiegare cosa sono i 22 km del circuito del Nürburgring in poche parole è troppo difficile, altrettanto complicato riassumere i suoi 80 anni di storia (è nato nel 1927). Molto vasta la documentazione sia foto che video disponibile in rete, ma in lingua italiana il sito di riferimento è www.ringers.it.
Va detto che data la sua lunghezza e difficoltà è sempre stato pericolosissimo ed insidioso, ma nel corso degli anni ‘60 e ‘70 (Jackie Stewart lo ribattezzò a ragione: “l’Inferno Verde”) con il sempre maggiore sviluppo e specializzazione della Formula 1 si ritrovò ad essere del tutto anacronistico per le velocità raggiunte senza spazi di fuga e protezioni. E si arrivò alla tragedia del 1976 in cui Niki Lauda sulla Ferrari rischiò di morire bruciato.

 

Dopo quell’incidente si chiude un epoca e, tranne il lentissimo circuito di Montecarlo, ormai tutte le gare si svolgono sui circuiti specificamente studiati per la F1 e la loro fragilità e sicurezza.
Sul Nürburgring sembra cadere l’oblio della Storia e viene appositamente studiato un nuovo circuito moderno in cui si corrono oggi le gare di F1 del Gran Premio di Germania dal 1985.

Ma il fascino unico del vecchio Anello Nord (Nordschleife) resiste sia a livello di gare di regolarità e durata, sia nella circolazione turistica privata, e si moltiplica negli appassionati che giudicano troppo freddi gli odierni circuiti che, al confronto dei 21km di curve e saliscendi nei boschi dell’Eifel, danno troppo spesso una spiacevole sensazione di “effetto criceto”.

E’ con questo “fardello” che BMW decide, dopo 31 anni, di infrangere un tabù e di rifar posare le ruote di una vera F1 sul sacro asfalto della vecchia pista. Non è facile, non ci sono parametri di valutazione e settaggio perché al massimo in questi anni ha corso solo qualche F1 storica… ma nulla di applicabile alla BMW Sauber regolarmente in gara nel campionato di F1 2007. Probabilmente a Monaco hanno fatto bene i loro conti e avranno valutato lo scorso inverno che il ritorno mediatico di tale operazione valeva qualche rischio e hanno deciso per sabato 28 aprile.

Io c’ero.

E con me c’erano 45.000 persone stipate lungo il percorso “solo” per vedere UNA F1 fare qualche giro dimostrativo e questa la dice lunga sullo stato attuale della F1 e della Passione (ridotta ormai alla “minima da Mosca”) che sanno suscitare i nuovi circuiti e un certo “piattume” di emozioni che si manifesta gara dopo gara.
Ovviamente c’è tutto un corollario alla manifestazione in cui BMW Motorsport ha dato sfoggio del suo potenziale di uomini e mezzi, ma questo è un altro discorso… – qui il programma originale della giornata.
[ recto | verso ]

Mi apposto nelle ore precedenti al tornante di Vehrseifen, nella speranza di approfittare di un punto in cui la F1 dovrà per forza rallentare.
Nel frattempo si corre una gara del campionato VLN tedesco che mi godo da posizione privilegiata.
Fa caldo, passano le ore, e infine giungono le 16.30 che secondo il programma dovrebbe essere l’inizio dei giri della F1.
Nulla… mi ritrovo di fronte a me un ardua scelta, sono solo… video o foto?
Chiedo se qualcuno, mentre faccio io le foto, può usare la videocamera e trovo una persona gentile.
Peccato che per evitare che non fosse pronto gli ho lasciato acceso il video e dopo 20 minuti, proprio mentre sentivo che si stava avvicinando il momento, è venuto da me a dirmi che lampeggiava la batteria. Come nelle più classiche scene fantozziane la batteria ha esalato l’ultimo respiro proprio quando la F1 è apparsa alla mia vista.
Non ho fatto nulla, inebetito dalla delusione e dallo spettacolare urlo (sarebbe sacrilego chiamarlo “rumore”) che emetteva il V8 BMW.

Mi sono preparato per il secondo giro… pochi secondi di scatto continuo ed era già tutto finito.
E’ incredibile come, pur in presenza di una curva la macchina sia passata velocemente.
Terzo giro… foto mirate…
Poi mi sposto in attesa di un quarto giro che non verrà mai.

Allora. Cosa mi rimane di quest’esperienza.

Molto da punto di vista “storico” e di partecipazione all’evento (la folla che faceva una vera e propria hola urlante ad ogni passaggio è una cosa indimenticabile, quasi calcistica per partecipazione e Passione).
Meno dal punto di vista strettamente tecnico e “visuale”.
Le Formula 1 odierne, al di là dell’effettiva velocità del passaggio, hanno una “presenza scenica” nell’ambito di una situazione ambientale dagli spazi vasti, decisamente poco appariscente. Rispetto alla M3 GTR o alla 911 GT3 RSR che erano appena passate nello stesso punto, sono veramente piccole. Sicuramente “televisive”, ma dal punto di vista della visione diretta sembrano solo un grosso kart messo a confronto con delle automobili grosse e un po’ vistose.

Devo proprio dirlo?
Si, è stata una maggiore gioia per gli occhi guardare la gara dei VLN.
L’emozione più grande è e rimane il canto del motore V8, quello sì unico e
inimitabile.

Va anche fatta una precisazione tecnica perché dal punto di vista mediatico sono stati “sparati” numeri che senza un minimo di interpretazione possono essere letti sia in chiave positiva, che in quella negativa.
BMW, snocciolando i numeri del successo della giornata, parla di un tempo su giro di 8′ 34″. Letto così “sembra” che praticamente che la F1 abbia girato sui tempi di una prestante auto impegnata nella circolazione turistica sulla Nordschleife. Però la BMW Sauber NON ha girato solo sul vecchio circuito di 20,8 km (cioè la Nordschleife), ma ha fatto un percorso che abbinava sia parte del nuovo circuito di F1 che il vecchio per un totale 24,334 km. Circuito “complessivo” su cui si era appena terminata una gara del VLN e su cui il miglior giro era stata di Porsche 911 GT3 RSR (preparazione specifica per QUEL circuito, “ferri” che corrono e vincono la 24h del Nürburgring) che aveva chiuso il miglior giro in 8:43.957.
La F1, senza nessuna prova precedente e solo simulazioni virtuali, ha fatto un 8:34. Che non sia un gran tempo, che forse ci si aspettasse di più e che non era il caso di rischiare nulla (visto anche il pubblico “rallystico” a bordo pista “nudo”)… può essere ed è così… però ci sono un sacco di attenuanti che vanno analizzate.
La macchina era più alta di 4 cm all’anteriore e ben 8 al posteriore, e sapendo quanto incidano anche solo i pochi mm sull’assetto di una F1, è chiaro che tutto assume una valenza relativa rispetto alle potenzialità del mezzo.
Secondariamente la macchina, pur alzata, era comunque impossibilitata a chiudere le traiettorie “pelando” i cordoli, troppo alti per una F1 moderna, che se toccati avrebbero portato alla distruzione del musetto.
Terzo… la figuraccia di un fuoripista o una rottura sarebbe stata un boomerang che BMW ha preferito non lanciare, probabilmente indicando a Heidfeld che guidava la BMW Sauber di non assumersi nessun rischio.
Quarto… come ho detto precedentemente c’erano più di 45.000 persone assiepate lungo il percorso e non propriamente nei punti più sicuri, tale che era più simile a una prova speciale rallystica. Un fuori pista o decollare su un cordolo oltre le basse protezioni non avrebbero significato solo danni per il pilota… ma anche per gli spettatori.
Troppo era “contro” e alla fine è finita come è finita… con un notevole ritorno di immagine per BMW e un chiaro segnale a Ecclestone che “qualcosa” nella F1 moderna non funziona più.

E così, partendo da un passato unico e indimenticabile, e saltando a piè pari uno scialbo presente, il Vecchio e Glorioso Nürburgring si ritrova ad essere il futuro della Passione automobilistica.»

Foto Personali

Foto Ufficiali

Nurburgring13

Vota:

Posted in 2007/04/28 29 30 01, AUTOMOBILI e VEICOLI, NÜRBURGRING, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Pit Lane Park la Formula 1 BMW Sauber a Milano (1 di 6)

Posted by Dr. Pianale su 10 settembre 2006

Pit Lane Park: la Formula 1 BMW Sauber a Milano (Prima Parte)

Ciao a tutti

BMW ha organizzato questo:

Fino ad oggi hai solo guardato la Formula 1.
Dal 8 al 10 settembre 2006 vivi l’atmosfera dei box in prima persona.

BMW Sauber F1 con il progetto Pit Lane Park ha trasformato l’Arena Civica di Milano
in un pit lane di circa 5000 mq. Supera finalmente le barriere che ti dividono dal vero centro dell’azione.
Vieni a fotografare le esibizioni della BMW Sauber F1, parlare con gli esperti o perché no cimentarti nel cambio dei pneumatici come un vero meccanico BMW.
E se incontri Nick Heidfeld o Robert Kubica non dimenticarti di chiedere un autografo.

http://www.auto.bmw.it/previewMailing/20060905_pitLane.php?id_persona=252257

E , ovviamente tutto perfetto, non mi sono perso l’occasione di andare e FOTOGRAFARE tutto…   

In queste prime 50 foto: 

Subito appena entrato una Formula BMW tutta presa a tondare, poi una visitina alla sezione dove era possibile provare come e in quanto cambiare una gomma a una F1 e infine una sezione dedicata a tanta "bella roba" di Motorsport  

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Pit Lane Park la Formula 1 BMW Sauber a Milano (2 di 6)

Posted by Dr. Pianale su 10 settembre 2006

Pit Lane Park: la Formula 1 BMW Sauber a Milano (Seconda Parte)

Un giro a Monza sul simulatore (11° su 20 partenti)

Esibizione del campione del mondo di FreeStyle su moto (bravissimo)

E i box per la preparazione della BMW Sauber

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Pit Lane Park la Formula 1 BMW Sauber a Milano (3 di 6)

Posted by Dr. Pianale su 10 settembre 2006

Pit Lane Park: la Formula 1 BMW Sauber a Milano (Terza Parte)

Ed ecco qui il momento più "alto" della serata….

Dirk Muller si prepara a uscire sulla (micro)pista..ci vengono forniti i tappi per le orecchie….

e ho un video (fatto con il cell)

 http://video.google.it/googleplayer.swf?docid=4035397765276385369&hl=it&fs=true  

Poi dopo aver fatto vedere cosa NON si può fare con una F1 in così poco spazio, tranne che qualche tondo, si è messo a fare autografi..

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Pit Lane Park la Formula 1 BMW Sauber a Milano (4 di 6)

Posted by Dr. Pianale su 10 settembre 2006

Pit Lane Park: la Formula 1 BMW Sauber a Milano (Quarta Parte)

A questo punto, in fila per l’autografo NON mi presento con la classica fotina del campione su cui metterà la sua firma.

Ma *casualmente* ho con me una mia foto al Ring su foglio A4

Chi non va in giro con le proprie foto fatte al Ring in formato A4? tutti no?!

E’ il mio turno

Passo davanti a Dirk Muller..guarda la foto ed esclama: "Nurburgring?"

Io: "Yesssssss!"

Lui mi sorride, mette via il "santino", mi fa l’occhiolino   e me la firma dicendo "Nordschleife is OK!"

Ed ecco il risultato!

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Pit Lane Park: la Formula 1 BMW Sauber a Milano (5 di 6)

Posted by Dr. Pianale su 10 settembre 2006

Pit Lane Park: la Formula 1 BMW Sauber a Milano (Quinta Parte)

E qui il giro finale di tutto quello che non avevo ancora fotografato

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Pit Lane Park la Formula 1 BMW Sauber a Milano (6 di 6)

Posted by Dr. Pianale su 10 settembre 2006

BMW Pit Lane Park. Sportività e sicurezza nel centro di Milano

 

06.09.2006

 

 

 

All’Arena Civica, in occasione del Gran Premio di Monza, BMW Group apre al pubblico Pit Lane Park, il parco a tema dove la Formula 1 diventa realtà. Grande enfasi al tema della sicurezza con la distribuzione gratuita degli etilometri, dibattiti e materiali informativi per la guida responsabile. Ingresso libero dall’8 al 10 settembre
La corsia dei box con i suoi garage rappresenta il sancta sanctorum della Formula 1: questo è il motivo per il quale rimane inaccessibile al grande pubblico. Ora però il sogno dei fan della Formula 1 di avere il piacere di guardarsi attorno, di interrogare gli esperti o persino di assistere a un cambio di gomme, è destinato a diventare realtà grazie al progetto Pit Lane Park del team di Formula 1 BMW Sauber. In occasione del Gran Premio d’Italia (Monza, 8-10 settembre 2006) e grazie alla collaborazione con l’Assessorato allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, questo singolare parco d’avventura ad alta tecnologia è destinato a essere installato all’interno dell’Arena Civica, nel cuore della città. Pit Lane Park sarà inaugurato ufficialmente alle 15:30 di venerdì 8 settembre alla presenza di Giovanni Terzi, Assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, David Panton, responsabile mercati europei BMW AG, Marco Saltalamacchia, presidente e a.d. BMW Group Italia, Gianfranco Tonoli, a.d. BMW Group Italia e Alex Zanardi, pilota di punta del BMW Team Italy-Spain nel Campionato Mondiale di Vetture Turismo (WTCC).
BMW Group Italia, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, provvederà alla distribuzione gratuita di migliaia di "Soffia e sai", gli etilometri usa e getta che grazie alla loro semplicità d’uso consentono di scoprire in pochi secondi se è possibile mettersi al volante in massima sicurezza o è meglio farsi accompagnare da un amico. Saranno messi a disposizione dell’Assessorato anche trenta corsi di guida sicura della BMW Motorsport Academy, la prima scuola di guida sicura itinerante presente nel nostro Paese, nata per volontà del BMW Group Italia per sensibilizzare gli automobilisti, con particolare attenzione ai giovani, al tema della guida responsabile.
“Promossa nell’ambito del BMW Pit Lane Park, questa iniziativa – ha spiegato Marco Saltalamacchia, presidente e a.d. di BMW Group Italia – testimonia il nostro impegno nel campo della sicurezza stradale, considerato da sempre l’ideale completamento del ‘Piacere di guidare’ che distingue le nostre vetture premium. In occasione di questa distribuzione gratuita si terrà un dibattito pubblico e tutti i partecipanti alla manifestazione riceveranno materiali informativi che promuovono vantaggi e benefici della guida responsabile”.
Il Pit Lane Park rimane aperto al pubblico venerdì 8 dalle 13:00 alle 20:00, sabato 9 e domenica 10 settembre dalle 10:00 alle 18:00. L’ingresso è libero.

 

In 18mila al Pit Lane Park allestito da BMW all’Arena di Milano

11.09.2006

 

 

 

Weekend più che positivo per il BMW Sauber F1 Team. Conquista l’interesse dei milanesi con il proprio parco a tema e ottiene il podio a Monza con Robert Kubica.
Diciassettemilaottocento visitatori per un singolare parco d’avventura ad alta tecnologia allestito all’Arena Civica di Milano: duemilacinquecento il venerdì, seimila il sabato, i rimanenti novemilatrecento la domenica. A fronte di queste cifre si può dire che il Pit Lane Park – 200 tonnellate di materiale trasportato con 43 camion – ha perfettamente raggiunto il proprio obiettivo: avvicinare il pubblico al mondo della Formula 1.
Grazie a BMW il sogno dei fan della Formula 1 di avere il piacere di guardarsi attorno, di interrogare gli esperti o persino di cimentarsi in un cambio di gomme, è diventato realtà anche a Milano. E tutto questo in occasione del Gran Premio d’Italia a Monza, conclusosi ieri con il trionfo della scuderia del Cavallino rampante e la sorprendente gara del giovane pilota polacco del BMW Sauber F1 Team, Robert Kubica che al suo terzo GP ha tagliato il traguardo al terzo posto dopo Michael Schumacher e Kimi Raikkonen. Un risultato meritato, quello del pilota BMW Sauber, che ha coronato un weekend molto positivo per il team, considerato che già nelle qualifiche di sabato il compagno di squadra Nick Heidfeld aveva ottenuto un significativo terzo tempo in griglia.
L’inaugurazione ufficiale del Pit Lane Park ha avuto luogo alle 15:30 di venerdì 8 settembre alla presenza di Giovanni Terzi, Assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, David Panton, responsabile mercati europei BMW AG, Marco Saltalamacchia, presidente e a.d. BMW Group Italia, Gianfranco Tonoli, a.d. BMW Group Italia, e Alessandro Zanardi, pilota di punta del BMW Team Italy-Spain nel Campionato Mondiale Vetture Turismo (WTCC).
Per l’occasione Terzi, Saltalamacchia e il popolarissimo Zanardi hanno parlato di sportività, guida responsabile e sicurezza stradale. In tema con gli argomenti trattati al momento di presentare l’iniziativa, il BMW Group Italia – di concerto con l’Assessorato allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano – ha distribuito gratuitamente nel corso del weekend migliaia di "Soffia e sai", gli etilometri che grazie alla loro semplicità d’uso consentono di scoprire in pochi secondi se è possibile mettersi al volante in massima sicurezza o è meglio farsi accompagnare da un amico.
BMW Group Italia ha inoltre ha messo a disposizione dell’Assessorato allo Sport e Tempo Libero anche trenta corsi di guida sicura della BMW Motorsport Academy, la prima scuola di guida sicura itinerante presente nel nostro Paese, nata per volontà del BMW Group Italia allo scopo di sensibilizzare gli automobilisti, con particolare attenzione ai giovani, al tema della guida responsabile.

Posted in AUTOMOBILI e VEICOLI, Sport e Pista | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

DeTomaso F1 Alfa

Posted by Dr. Pianale su 30 maggio 2004

De Tomaso F1 Alfa

http://www.conceptcarz.com/z22317/DeTomaso-F1-Alfa.aspx

DSCF0049

Fotografata: Monza – Coppa InterEuropa 2004

Posted in Auto storiche, AUTOMOBILI e VEICOLI | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: