Il Mondo del Dr. Pianale

Il Mondo per chi ama Viaggiare, Guidare, Pensare

[TEST+FOTO] Alfa Romeo 159 1.9 JTDm 150cv (1 di 2)

Posted by Dr. Pianale su 4 dicembre 2008

(prova effettuata il 7/3/2006)

Alfa Romeo 159 1.9 JTDm 150cv

Ciao a tutti

Come al solito, quando mi metto davanti a un foglio bianco per scrivere qualcosa, è dura riassumere in “formato testo” le sensazioni che sprigiona guidare per 24 ore una macchina che non è la tua… e non è veramente tanto COME la tua personale auto personale che guidi tutti i giorni da anni.

Ribaltiamo subito i ruoli, partiamo dal giudizio finale….
L’Alfa Romeo 159 1,9 JTDm 150cv che ho provato io è un OTTIMA macchina (probabilmente la migliore del segmento/motorizzazione/prezzo) che però va a perdersi nelle classiche (piccole ma fastidiose) manchevolezze qualitative della produzione italica.

Ma torniamo 523km prima… sono le 18.15 di un normale lunedì marzolino a Milano, quando, dopo più di un mesetto di richieste per provare una 159 2.4 JTDm (che scoprirò ferma e non consegnabile ai clienti per una serie di problemi e azioni di richiamo: “Sa…sono come dei prototipi…” —-???—-) mi devo “accontentare” della 1,9 150cv.

Le mie premesse mentali non sono delle migliori… 1525kg con 150cv (+ 185kg e -13cv della mia 120d) sulla carta (compresa quella stampata che l’ha testata) la rendono ai miei occhi un po’ il classico berlinotto da professionista/padre di famiglia (finto)dinamico, che lascia più al potere evocativo del Marchio e della bella linea il concetto di Cuore Sportivo, piuttosto che al Motore o alla Dinamicità REALE.

Breve spiegazione (il venditore, anziano ma MOLTO gentile e preparato:  “La macchina si accende premendo un tasto…ha visto ehhh!?!!” io lo guardo “ammirato” e gli dico: “Incredibile :-OOO…come la mia BMW da 2 anni….” LOLLL)   … la 159 è classicamente grigio elettrodomestico, con gli interni in tessuto chiari (e un po’ sporchevoli) che però dato anche l’allestimento dotato di navigatore fa la sua porca figura.

La prima impressione?

Beh….per essere un diesel, pur essendo stata accesa a freddo, è decisamente meno trattorosa della mia 120d… rumore e vibrazioni al minimo sono signorilmente filtrate, forse persino meglio della corrispondente 320d.

Esco dal Conce e vado verso casa…. SUBITO mi accorgo che il navi dell’Alfa non è facile e intuitivo come quello touch screen della Toyota che avevo provato l’anno scorso.

Una selva di tasti e tastini mi lascia perplesso….. mi fermo e comincio a smanettare un po’…una donna con una Micra davanti a me NON riesce a fare manovra per uscire dal parcheggio e per agevolarla (agevolarla…se non riesci a uscire da un parcheggio con una Micra, IMHO, l’unica cosa che andrebbe agevolato è la sospensione a vita della patente) cerco la retro…

La retro….. si….. sul pomello è in altro alla sinistra della I… ma non entra!

O c@zzo!… la scena si fa comica…lei sulla mia Micra che fa 1000 manovre…poi aspetta che mi sposto…e invece di andare indietro, ogni volta che penso di aver messo la retro mi ritrovo ad avanzare….e mi fermo a bestemmiare… alla fine arriva una terza persona che scende e aiuta nella manovre la signora… e io lì inebetito che smanetto sul cambio.

Alla fine, andati via tutti…scopro che per mettere la retromarcia sulla 159 (come anche sulla 147) bisogna tirare su un anello alla base del pomolo!!!

:))))))

Vabbè….  Il gentile venditore aveva preferito dilungarsi sull’avvio a pulsante piuttosto che spiegarmi come funziona la retromarcia…

Il navi è dato per perso….alla ripartenza smanetto con il Computer di Bordo che ha parecchie indicazioni e due memorie.

Vado a casa…. Prova spesa serale…mi rendo conto che non è il massimo per un Alfa provarla così… ma..ci sarà tempo domani.

La primissima cosa con cui si presenta la “mia” Alfa è un consumo urbano francamente imbarazzante…

Io mi lamento perché la mia nelle medesime condizioni al massimo ho fatto gli 11,5 litri x 100km alla velocità media di 15 km/ora…. Ma una cosa del genere (con motore caldo) non l’avevo mai vista…. Neppure fosse un 3.0 benzina!

13,8 litri x 100km!!!!! In città fa i 7,2 km con 1 litro…. Un DIZEL!!!!!!!!  :-OOOO

2006_0307Image0017

Ok…adesso sono fermo nel parcheggio sotterraneo del Centro Commerciale (non è facile capire subito gli ingombri nelle rampe dato, soprattutto, l’enorme sbalzo anteriore che “smusa” nonostante un raggio di sterzata veramente buono per essere una TA) e comincio a Pianalarla da dentro (lo so…è uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare 😛 ).

Prima di tutto il classico doppio quadro strumenti Alfa molto chiaro e preciso… nulla da dire.

Anche la plancia chiara di plastiche ottima qualità non mi ha dato particolari problemi di visibilità e riflessi sia con il buio sia di giorno con il sole.

Un po’ più criticabili, probabilmente per contrasto, le plastiche e la sensazione “leggerina” che trasmettevano le leve sul piantone… insomma, azionare le frecce o il CB era un po’ “fiattoso” se mi passate il termine.

Si può notare che la macchina che stavo provando aveva percorso 7.051 km quindi non era più di primissimo pelo.

2006_0307Image0018

Qui invece la  parte centrale della plancia molto lineare e pulita….c’è tutto quello che serve, compreso il (falso) indicatore della temperatura dell’acqua e il (vero) indicatore della pressione del turbo.

Sul navigatore ho già detto e sono sempre più convinto che o si usa il sistema Touch Screen simil_Toyota oppure sia meglio far funzionare tutto tramite interfaccia grafica NON gestita da pulsanti o pulsantini (cioè l’iDrive o il MMI).

La posizione, così in basso,  è quantomeno “inguardabile” con sicurezza durante la marcia… purtroppo…   😦

Più comune, ma dal funzionamento pronto e silenzioso il clima automatico bizona (con bocchette anche posteriori)

2006_0307Image0019

In questa foto si nota bene la particolare finitura dell’alluminio usato nell’abitacolo..

“Purtroppo” si può notare un vistoso graffio all’altezza della base del cambio…

La macchina non è nuovissima e non posso sapere se è “scappato” il cacciavite in fase di montaggio all’operaio Alfa o sia stato qualcuno dopo in fase di prova…. Rimane il fatto che il materiale è veramente delicato,,,  😦

2006_0307Image0020

Altra magagna (questa più probabilmente “di serie”)… il bracciolo centrale che funge anche da coperchio per il vano portaoggetti non si chiudeva… la linguetta non combaciava con il buco… di fatto anche se avrebbe dovuto aprirsi a pressione…era sempre molle e aperto.

2006_0307Image0021

Ben fatta la maniglia di metallo… un po’ meno che sia stato io a spingere dentro (quando ho fatto questa foto era già sistemato) il coprivate che era fuori dalla sua sede per metà.

2006_0307Image0022

Ci sarà tempo “domani” in piena luce per notare altre difettucci…. Contiamo.

Buona la visibilità posteriore, ma dati gli sbalzi a cui non sono abituato, il fatto che la macchina in prova avesse i sensori di parcheggio è stato utile

2006_0307Image0024

Qui la (non)chiave…. ben fatta anche se un po’ leggerina e plasticosa (vedi discorso devioluci).

2006_0307Image0025

Qui la parte centrale della plancia…. Con l’ASR VDC disinseribile (difficilissimo farlo accendere! :-P), l’immancabile portabicchieri e il microscopico posacenere…

2006_0307Image0026

Dopo qualche particolare un po’ così – così… una cosa che mi colpito in positivo…il connettore dei servizi elettrici della portiera non è il classico tubo di gomma nera che sembra aggiunto “a caso” ma è fatto molto bene e sembra robusto.

Anche le saldature che NON si notato sono un particolare di pregio.

2006_0307Image0027

A questo punto mi rendo conto che non ho ancora fatto una foto alla macchina…ed eccola qui in tutto il suo teutonico grigiore (fosse per me non le metterei neppure in listino le Alfa Romeo color elettrodomestico  😛 ).

Non è la sede (ci vorrebbe un altro post) per  parlare della linea…. Ne è giusto che lo faccia io che sono uno dei pochi eletti che hanno già visto la 149 e quindi i futuri indirizzi stilistici Alfa di cui la 159 non fa già più parte.

Dico solo che la macchina è formalmente perfetta, probabilmente (sicuramente…va!) la migliore 3 volumi del segmento D…. ma….c’è qualcosa che non torna… secondo me si nota ancora un pochino che Giugiaro ha disegnato una macchina X e in Alfa avevano un pianale Y su cui “appoggiarla” (dove Y > X).

Lo sbalzo anteriore troppo lungo… e la carreggiata posteriore “avulsa” dall’andamento “a chiudere” della linea posteriore…

Sono dettagli… lo so… qualcuno li nota, qualcuno no, qualcuno ci passa sopra dato che il panorama delle 3 volumi 4 porte del segmento D non è che pulluli di sta gran perfezione, slancio e personalità di linee per cui si possa criticare a cuor leggero una macchina come la 159.

Insomma l’Alfa avrà le sue belle pagliuzze…ma la concorrenza passa dagli stuzzicadenti alle travi… e quindi va benissimo così.

2006_0307Image0028

(continua nella parte 2 di 2)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: