Il Mondo del Dr. Pianale

Il Mondo per chi ama Viaggiare, Guidare, Pensare

Crociera 2007 – “Terra del Fuoco” con Costa Romantica – Ushuaia (22 di 29)

Posted by Dr. Pianale su 27 gennaio 2007

(itinerario)

USHUAIA (Argentina) – Martedì 6 febbraio (prima parte)

Giornata interamente dedicata alla visita di  Ushuaia la principale città della Provincia della Terra del Fuoco argentina (Google Maps: http://maps.google.it/maps?oe=UTF-8&hl=it&q=&ie=UTF8&ll=-54.813249,-68.303375&spn=0.091401,0.2314&t=k&z=12&om=1 )

Il tempo non è clemente, e al risveglio con le nuvole basse, la città ci accoglie così

Sulla banchina sono presenti le navi che partiranno per le Crociere Antartiche, di cui Ushuaia è il principale punti di partenza

Crociere che si possono fare su navi come questa Discovery (quasi come una normale nave da crociera)…

 

…O su qualcosa di decisamente più "duro & Puro" come questa Polar Star

 

USHUAIA: Fin del Mundo, Principio de Todo

 

Nella notte deve aver fatto decisamente freddo, la catena andina alle nostre spalle e piena di neve fino a quote bassissime

 

Scendiamo a terra…vento e acqua ci accolgono

 

Nei locali della dogana portuale una breve storia fotografica del porto di Ushuaia

 

Usciamo dal porto e ci dirigiamo verso la città

 

Monumento a Evita Peron

 

Il bus turistico

Come nel resto del sud America i negozi di mobili e elettrodomestici vendono anche le moto

Il ristorante dove andremo poi  a pranzare

 

Ci rechiamo al piccolo ma interessante Museo del Fin del Mundo

Un ricordo del nostro passaggio

Sala 1 – Etnie e Viaggiatori

Sala dedicata alle Etnie e ai Viaggiatori, comprende gli elementi storici più importanti di questo Museo il cui gioiello è la Polena del “Duchess of Albany”, nave di bandiera inglese naufragata sulla costa della Terra del Fuoco nel 1893. Si può vedere non solo la polena ma un´oblò e altri elementi. È possibile ammirare delle fotografie scattate nel 1950 della nave arenata, in una delle prime spedizioni nella zona del incidente.
Nella parte dedicata all’etnografia i visitatori potranno avvicinarsi agli utensili usati dai primi abitanti della Terra Del Fuoco.
Modelli di canoe, ceste e altri oggetti sono esposti per documentare il modo di vivere degli “Yamana”, testimoniano anche dalle fotografie prese dagli . Fotografie prese dagli esploratori nel XIX secolo.
Arpioni, raspe e altri utensili adoperati dalle etnie “fueghine” sono parte importante di uno dei campionari più vasti nel suo genere. I lavori di ricerca sponsorizzati dal Museo della Fine del Mondo hanno dato come risultato una profonda conoscenza dei mezzi usati dai popoli che abitarono la Terra Del Fuoco.
La presenza degli Anglicani e dei Salesiani, l´arrivo della spedizione argentina del Comandante Augusto Lasserre nel 1884, la figura del rumeno Julio Popper e del pilota Gunther Von Plüschow, il naufragio del Monte Cervantes e diversi aspetti della vita di Ushuaia si vedono rappresentati nella sala principale del Museo della Fine del Mundo.

 

Sala 2 – Alimentario

L´alimenterio (Almacén de Ramos Generales) era il centro commerciale più importante della città. Lì si comprava tutto: dal cibo ai vestiti, dagli strumenti musicali ai libri. La figura dell´”Almacenero” si è persa nella storia. Essi sono stati, confidenti, finanziatori e amici di tutti. Luis Pedro Fique, Fortunato Béban, Pascacio Olmos y Barcley Fadul furono i più conosciuti. Le loro famiglie e i loro discendenti vivono tutt’ora a Ushuaia.

 

Sala 3 – Prigione (Presidio)

Il 15 settembre del 1902, con una solenne cerimonia viene collocata la prima pietra  della “Prigione”, adibita anche a “Carcere per Recidivi”, nel posto dove oggi si trova la Base navale di Ushuaia.
Il Museo espone le divise usate dai carcerieri e dai carcerati, e oggetti confezionati da questi ultimi quali portasigarette, cofanetti degli arnesi da cucire, portapenne, bastoni animati, ecc..
È esposta anche una serie di fotografie con didascalia che illustra brevemente le storie dei prigionieri più noti che sono passati per Ushuaia, come Cayetano Santos Godino (conosciuto come l’omino orecchiuto), Simón Radowitzky, Mateo Banks, i fratelli Leonelli, e dei confinati politici degli anni 30.

 

Ricostruzione della Banca

 

Sala 4 – Uccelli delle Terra del Fuoco

Con più di 180 tipi di volatili esposti si ha il più vasto campionario di uccelli della Terra del Fuoco.  La sala è sonorizzata con il canto degli uccelli esposti.

 

Area dedicata ai mammiferi pinnati

 

Usciamo dal Museo

Ricostruzione di un villaggio degli abitanti originari della Terra del Fuoco

 

La "via commerciale" di Ushuaia… la "main street" americana

 

Andiamo a mangiare all’ottimo e caratteristico ristorante Tia Elvira

 

"Vista mare"

 

Ci viene servita l’ottima Centolla Fueguina…specialità del luogo, un "piccolo" granchietto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: